Campanile Basso 2883m
Via Rovereto

La via risale la strapiombante parete ovest del Campanile Basso, sempre su roccia ottima (tranne i primi due tiri) e con arrampicata atletica. L'itinerario è molto logico, prestare tuttavia attenzione sulle placche dopo il traverso del 10° tiro dove serve un po' di intuito. La via merita sicuramente una ripetizione.

REGIONE:
Trentino

GRUPPO MONTUOSO:
Dolomiti di Brenta

LUNGHEZZA:

500m di sviluppo (16 lunghezze)

DIFFICOLTÁ:

VII- e A2 

ESPOSIZIONE:

Ovest

MATERIALE CONSIGLIATO:

Rinvii, serie completa di friends fino al 2 BD, nuts, cordini.

TIPO DI ROCCIA:

Ottimo calcare del brenta.

APRITORI:

A. Aste e A.Miorandi nel settembre del 1961

PERIODO CONSIGLIATO:

Da giugno a settembre

ACCESSO STRADALE:

Dall’A4 prendere uscita Brescia Est, procedere per superstrada verso est fino ad immettersi sulla ss 45 bis in direzione Salò (senza raggiungerla) ed entrare in val Sabbia. Passare per Vestone, il lago d’Idro fino a Tione di Trento. Procedere per Pinzolo e Madonna di Campiglio sino in centro al paese, qui seguire le indicazioni per il rifugio Vallesinella 1513m (strada a pagamento nei periodi estivi). Arrivati al parcheggio lasciare l’auto.

AVVICINAMENTO:

Dal Vallesinella 1513m per ottimo sentiero si arriva al rifugio Brentei 2182m (2h00). Si segue il sentiero per il rifugio Tosa quando si è sotto lo spallone del Campanil Basso ci si dirige in direzione dello stesso.

ATTACCO:

A sinistra di una volta nera strapiombante.

RELAZIONE:

L1 Seguire la facile rampa. (35m, nessun chiodo, sosta su clessidra, III)
L2 Seguire la paretina articolata fino a sostare sotto il diedro che caratterizza la prima parte di via. (30m, 1 clessidra, sosta su 1 chiodo e clessidra, IV+)
L3 Seguire il diedro. (35m, nessun chiodo, sosta su 3 chiodi, IV+)
L4 Salire la bellissima placca in alto a destra della sosta. (35m, 3 chiodi, sosta su 2 chiodi, VI+)
L5 Seguire la facile rampa sulla destra rientrando poi sulla sinistra con facile arrampicata fino alla cengia. (45m, 1 clessidra, sosta su 2 chiodi, IV)
L6 Dritti sopra alla sosta, aggirare poi la placca liscia a sinistra sulla destra. Puntare al diedro giallo sostando alla sua base. (25m, 1 chiodo, sosta su 2 chiodi e un nuts incastrato, VI)
L7 Seguire il diedro. (15m, numerosi chiodi, sosta su 4 chiodi, VII)
L8 Passare sotto al tetto e poi seguire il diedro molto ben chiodato. (15m, molti chiodi, sosta su 1 clessidra e 2 chiodi A2 e poi A0)
L9 Salire il diedro sulla destra e il successivo strapiombino sostando appesi in grande esposizione. (25m, numerosi chiodi, sosta su 1 clessidra e un chiodo, VII-)
L10 Traversare verso destra, poi dritti saltando una prima sosta su 3 chiodi un po' nascosta. (25m, 2 chiodi, 1 clessidra, una sosta intermedia, A0 e VI)
L11 Dritti puntando ad un pilastro già intuibile dalla sosta. (25m, nessun chiodo, sosta su 2 chiodi, V+)
L12 Puntare a due chiodi in un diedrino, oltre il quale sulla destra si trova una sosta. (20m, 2 chiodi, sosta su 2 chiodi, VI-)
L13 Dritti, arrivati su una cengia si punta verso lo spigolo di destra dove ci si ricongiunge con la via Graffer. (50m, nessun chiodo, sosta su 2 chiodi, V+ poi IV)
L14 Salire il diedro sopra alla sosta. (30m, nessun chiodo, sosta su 3 chiodi, V)
L15 Salire alla cengietta soprastante rispetto alla sosta su cui si sta assicurando. Traversare lungamente verso sinistra fino ad arrivare sullo spigolo, sul quale si sosta. (30m, 3 chiodi, sosta su 3 chiodi, V)
L16 Salire a sinistra dello spigolo fino alla sommità dello spallone. (55m, nessun chiodo, sosta su 1 chiodo da rinforzare con un nuts, V+)

DISCESA:

Dalla via normale.
Usciti dalla via si percorre lo spallone sino alla cengia circolare (facili tratti di arrampicata), la si percorre sin sotto la parete est dove con due calate da 40m si giunge su una cengia. Seguirla verso sud e con altre due calate si giunge sullo zoccolo poco sopra al canalone. Con facili tratti d'arrampicata si arriva sul sentiero delle bocchete che, con tratti anche esposti, riporta al rifugio Brentei. I tempi di discesa sono variabili a seconda dell'affollamento e dal punto di inizio della stessa (spallone oppure vetta). Dalla sommità dello spallone all'inizio del sentiero delle bocchette circa 1h00.

SCHIZZO:

img